LUM Enterprise visita il prestigioso Technion di Haifa per parlare di innovazione

“Far conoscere lo sviluppo tecnologico dello stato di Israele nei campi più disparati: dall’agricoltura alla medicina, dalla tecnologia aerospaziale alla Space economy in generale”. 

Con questo obiettivo, il prestigioso Israel Institute of Technology Technion di Haifa, tra i più importanti centri di ricerca nel campo delle tecnologie innovative, quali l’Intelligenza Artificiale, ha ospitato, dal 14 al 17 luglio, una delegazione composta dai vertici delle principali casse di previdenza italiane, coordinata dalla Banca Pictet & co, una delle più importanti al mondo nel campo dell’asset management.

A questo importante appuntamento ha partecipato Remy Cohen, professore presso l’Università LUM Jean Monnet di Bari e membro dell’advisory board di LUM Enterprise, che grazie alla profonda esperienza nel campo della finanza di progetto, ha illustrato alcuni schemi di modelli finanziari per attirare investimenti di venture capital nel settore della Space Economy.

L’evento ha accolto interventi di diversi esponenti del mondo accademico e di ricerca tra cui: Alon Wolf, Vice Presidente del centro di ricerca, Nora Alkabes, Presidente dell’Italian Technion Society, Prof. Pini Gulfil, direttore dell’Asher Space Research Institute, a Professoressa Shuly Schwartz, direttrice del Technion Drive Accelerator, e dottor Ofer Tamor di Alephbot, start-up che si occupa di applicare l’AI alla medicina d’urgenza.

A chiudere l’incontro, Danny Schauman, rappresentante di Intesa San Paolo in Israele, il quale ha illustrato l’ecosistema israeliano delle start-up tecnologiche.

Posted in Archivio and tagged , , , .